skip to Main Content

Ortega Submersibles, dall’Olanda il sottomarino elettrico a tre posti

Via Wired |


È un’idea che viene dall’Olanda, per la precisione dalle creativi menti di Dan Pool e del suo socio Filip Jonker. Loro, all’inizio, di come si potesse realizzare un sommergibile sapevano poco o nulla, ma si erano innamorati di “un’invenzione” della marina inglese, gli Sleeping Beauty“, Motorised Submersible Canoe. Cos’erano? Erano mezzi per trasportare un subacqueo in brevi esplorazioni e incursioni, lunghi circa 4 metri, ad alimentazione elettrica,  un motore da 0.5 cv. Velocità massima 4,4 nodi (circa 8 km/h) e 3,1 di crociera, per circa 40/50 km di autonomia. A cosa servivano? Portavano a bordo 1,6 kg di esplosivo da applicare alle carene delle navi e degli obiettivi nemici.

Partendo da quell’idea, Dan Pool e Filip Jonker, nel 2015, hanno pensato di realizzare qualcosa di molto simile con lo scopo primario di utilizzarlo per andare a cercare e recuperare tesori sommersi.

Ora l’azienda funziona, ha una produzione estesa nei loro spettacolari stabilimenti di a Twente e gli Ortega Submersibles hanno trovato il loro uso ideale come costosi water toys, per ville sul mare e grandi yacht.

Ma per arrivarci il percorso è stato faticoso…

Il primo prototipo nasce nel 2016 in un hangar per F16 nell’aeroporto di Twente. Ed era ancora decisamente da mettere a punto: “Era molto veloce – ha dichiarato Dan Pool – e aveva un’autonomia impressionate: più di 100 km. Ma da pilotare era un delirio, tenerlo dritto era quasi impossibile. Il flusso d’acqua sulla faccia del pilota gli faceva saltare via la maschera e il respirato”.

Consci del fatto che bisognava passare dalla pura sperimentazione ad un vera progettazione i due soci decidono  di investire gli ultimi 5.000 euro che hanno a disposizione per il loro progetto per realizzare un modello in scala ridotta e uno digitale in 3D, di una versione a tre posti, da esporre al salone Nautico di Abu Dhabi. Un’idea che funziona, un ricco sceicco gliene compra subito uno…

 


continua…

SaveSave

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top