skip to Main Content

La ricarica? Dal lampione “smart” di Enel X

Via alVolante.it: auto usate, auto nuove, listino, annunci, prove e video |


CRESCE LA RETE DI RICARICA – Enel è sempre più attiva nella realizzazione dell’infrastruttura di ricarica per veicoli elettrici. Il piano dell’operatore energetico è complesso e prevede una road map di installazioni intensa: 2.500 colonnine entro la fine del 2018, 7.000 entro il 2020 e 14.000 per il 2022. Un proposito al quale si devono aggiungere le 180 colonnine fast (40 sono già attive) del progetto Eva+ (Electric Vehicles Arteries) e 8 erogatori ultraveloci (con potenze tra 150 e 350 kW) del progetto europeo E-Via Flex-E Mobility. A rendere più capillare la rete di ricarica per veicoli a batterie potrebbe contribuire un’altra proposta attivata tramite la controllata Enel X, la società del Gruppo dedicata allo sviluppo di prodotti e servizi innovativi nei settori energetico e digitale. Si tratta di un lampione “smart”, o “intelligente”, comprensivo di una presa per il “rifornimento” delle vetture con la “scossa”.

UNA “PALO” PER LA SMART GRID – L’idea di sfruttare l’esistente rete elettrica dell’illuminazione pubblica per allargare in modo rapido l’infrastruttura di ricarica risale al 2014 per merito della start up tedesca Ubitricity. Da allora la soluzione è stata ripresa da altri per attivare progetti sperimentali in alcuni quartieri di città europee, come Berlino e Londra. La soluzione concepita da Enel X,

 


continua…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top