skip to Main Content

Contropiede Volkswagen: ecco il mini scooter

Via Vaielettrico |


La Volkswagen  accetta la sfida dell’elettrico e riparte dal foglio bianco. Se i connotati della mobilità devono cambiare, ecco la Casa tedesca lanciarsi nelle due e tre ruote, per i tragitti brevi, con il il Cityskater e il prototipo Streetmate. 

Lanciata la sfida a Piaggio & C. anche sull’estetica

Presentati al Salone di Ginevra, i due sorprendenti veicoli sembrano segnare una presa d’atto di VW al fatto che in molti centri urbani la presenza delle auto è diventata insostenibile. Ecco quanto si legge in una nota ufficiale: <Fra non molto, i turisti che visitano una metropoli o gli stessi abitanti lasceranno l’auto a casa, in hotel o negli autosilo, per poi utilizzare piccoli modelli Zero-Emission come lo Streetmate o il Cityskater. Concept di veicoli innovativi che possiedono il potenziale per mutare profondamente la mobilità>. VWV lancia poi una stoccata ai produttori di due-tre ruote tradizionali (attenta Piaggio!):

Lo Streetmate e, a destra, il Cityscooter

 <Il messaggio dello Streetmate è netto anche a livello estetico. Forte di un design di prodotto pulito e ispirato a una moto, il look si discosta nettamente da quello un po’ sgraziato degli scooter convenzionali, grazie anche al piccolo motore da 2 kW di potenza inserito nel mozzo della ruota posteriore>. A Ginevra la Casa tedesca ha presentato anche il concept di auto elettrica a guida autonoma I.D. Vizzion, di cui ci siamo già occupati.

Lo Streetmate ha 35 km di autonomia

Lo Streetmate Volkswagen raggiunge una velocità massima di 45 km/h e si guida stando seduti; a seconda dell’omologazione è stata predisposta una funzionalità che consente di ribaltare il sedile per poterlo guidare, in alternativa, in piedi. Con un peso di appena 65 kg, assicura la VW, il prototipo risulta estremamente leggero e con un baricentro particolarmente basso. La batteria agli ioni di litio è integrata nella struttura del pianale. La potenza nominale della batteria è di 1,3 kWh. Con una potenza di ricarica pari a 500 watt,  fa il pieno di energia in 2 ore e 15 minuti se collegato a una corrispondente stazione di carica; in alternativa, la batteria può essere estratta e ricaricata in ufficio o a casa.

Lo Streetmate si può guidare anche in piedi

Con batteria completamente carica, lo Streetmate copre una distanza fino a 35 km. I comandi e la guida sono descritti come un gioco da ragazzi: la potenza elettrica viene richiamata semplicemente usando il pollice sul manubrio. In fase di decelerazione, il motore inserito nel mozzo della ruota posteriore funge da alternatore, rigenerando energia. Un display da 5,3 pollici funge da centrale di comando e può essere collegato a uno smartphone, da cui attinge i dati di navigazione. La stessa App fa inoltre scattare un allarme, qualora persone non autorizzate tentassero di mettere in moto lo scooter. Lo smartphone diventa così una sorta di chiave digitale.

Cityskater: due ruote davanti una dietro per l’ultimo miglio

Il Cityskater Volkswagen è stato ideato per percorrere l’ultimo miglio: dal parcheggio, dalla fermata dell’autobus oppure dalla stazione fino a destinazione. Dotato di trazione elettrica posteriore e di 3 ruote (due anteriori e una posteriore), a differenza di skateboard e monopattini, presenta per ciascuna gamba una pedana con una propria ruota. Un manubrio fornisce il sostegno necessario, mentre per sterzare basta spostare il peso da una gamba, come quando si scia. Può essere ripiegato e sistemato all’interno del bagagliaio. E quindi riaperto, pronto per l’uso, in pochi secondi. Agendo su una manopola del manubrio, è possibile avviare, accelerare e frenare questo veicolo a doppia pedana. Con una velocità simile a quella di una bicicletta (fino a 20 km/h), il Cityskater copre distanze troppo impegnative da percorrere a piedi.

Grazie alla capacità di inclinarsi fino a 22°, affronta agilmente anche le curve. Il motore elettrico posizionato nella ruota posteriore eroga fino a 450 watt di potenza. La batteria agli ioni di litio, 200 Wh di capacità, può essere ricaricata fino al 50% in meno di un’ora mediante una comune presa domestica (230 V). L’autonomia con batteria carica al 50% arriva fino a 7,5 km, completamente carica a circa 15 km. È possibile ricaricarlo anche all’interno del bagagliaio di un’auto o sul treno, se collegato a una presa adeguata. Il Cityskater è in fase di omologazione e l’obiettivo di Volkswagen è di ottenere l’autorizzazione alle piste ciclabili. Con il suo peso di appena 11,9 kg, 850 mm di larghezza e 1.170 mm di lunghezza da aperto, è in grado di sostenere fino a 120 kg di peso e di superare pendenze del 10%. Una volta ripiegato, il Cityskater è alto appena 330 cm e può essere sistemato anche sotto una scrivania.

L’articolo Contropiede Volkswagen: ecco il mini scooter proviene da Vaielettrico.

https://www.vaielettrico.it/contropiede-volkswagen-mini-scooter/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top